L’orto in tasca

Sabato 11 giugno Biodivercity ha partecipato alla Zer0Fest di Sasso Marconi (BO). In una giornata organizzata all’insegna dello STOP ai rifiuti, Biodivercity ha introdotto il concetto di orto idroponico a molti bimbi che poi, con poche e semplici mosse, si sono divertiti a costruire il proprio. Affascinati dalle bottiglie variopinte dalle quali nascevano piccole piantine, bimbi di tutte le età si sono sporcati le mani con il sorriso scegliendo incuriositi tra semi di rucola, basilico, timo o erba cipollina.

Istruzioni per l’uso:

  1. tagliare una bottiglia di plastica circa a metà;
  2. avendo rimosso il tappo, capovolgere la metà superiore ed inserirla nella metà inferiore;
  3. inserire nel collo della bottiglia della fibra di cocco gommata (o argilla espansa);
  4. riempire la metà superiore di agriperlite (o fibra di cocco) e disporre, leggermente coperti, i semi della pianta desiderata;
  5. Bagnare con acqua e soluzione nutritiva (fertilizzante standard N,P,K facilmente reperibile nei supermercati, attenzione alle diluizioni), riempendo la metà inferiore fino a circa  i 3/4 della sua altezza, mantenendo quel livello costante nel tempo.

In circa 10 giorni (dipendendo ovviamente dai semi scelti) la vostra pianta nascerà. Biodivercity consiglia di sbizzarrirsi nella decorazione dei propri orti-bottiglia. Per esempio, inserendo una cannuccia fino alla base della metà inferiore, i bimbi si possono divertire soffiando a fare le bolle aiutando così anche una certa ossigenazione dell’acqua. Biodivercity consiglia inoltre di utilizzare bottiglie colorate di forma simile a quelle per esempio del “Chinotto” perche’ le due metà si incastrano meglio. Tutti i materiali citati sono facilmente reperibili in un qualsiasi negozio di giardinaggio.

Buon divertimento!!

Ah… inviateci le foto delle vostre creazioni!!