L’ORTO IN MONTAGN…OLA!

Mercoledì 6 Luglio 2011 BiodiverCity insieme ad Horticity ha realizzato dei veri e propri “attacchi verdi” nel parco bolognese della Montagnola. Grazie alla collaborazione con la MammutFilm ha partecipato alla rassegna estiva “God save the Green-Estate” portando un piccolo, ma significativo contributo.

“Verde que te quiero verde” scrive Federico Garcia Lorca in una delle sue poesie, facendo assumere a questo colore un valore onirico.

Passeggiando lungo le vie del parco della Montagnola, avvicinandosi sempre più al laghetto dominato da sirene a da dei del mare sembra proprio di stare in un sogno, un sogno verde perché se si aguzza bene la vista, si vedono spuntare piante di basilico da comodini in stile ‘vintage’, girasoli che crescono dentro pneumatici, sacchi di juta che fanno da culla a piante di carciofo e lattuga. E non solo…può capitare di inciampare in un cono segnaletico e sentirsi dire: “Attenzione, da oggi qui ci sono anch’io!” …è una pianta di cavolo.

Quante belle scoperte si possono fare stando ad un passo dal centro di Bologna.

Chiunque volesse togliersi ogni curiosità e veder realizzato un sogno, che oltre a portare del verde in città, potrebbe proporsi come soluzione al degrado urbano e sociale, può passare in Montagnola, nella zona SPAZIO VERDE (vicino al Ravintola Bar).

Il prossimo appuntamento in cui potrete incontrare BiodiverCity, nell’ambito della rassegna “God save the Green-Estate” che si tiene ogni mercoledì presso lo SPAZIO VERDE nel parco della Montagnola, sarà la sera del 27 Luglio alle ore 21:00 per il TOMBOLONE conclusivo.

@ GreenDays!

Lunedì 27 Giugno Biodivercity ha collaborato con l’associazione ‘Neon campobase’ alle giornate ‘Green Days’ a Bologna. In piazza Liber Paradisus, alle porte del nuovo comune bolognese, si è passata una mattinata all’insegna di  dialoghi, sorrisi e riflessioni.

Il verde urbano diventa necessità, necessità di ritorno alla natura, necessità di semplicità, necessità di creatività, di colori, di profumi, consistenze, sapori.. La cura dell’ambiente circostante come necessità rispetto ad un nuovo senso di responsabilità e di sostenibilità. L’orto tascabile, semplice, pulito ed attraente, potrebbe proprio essere un primo passo di avvicinamento a questa necessità.

http://www.neoncampobase.com/